Malgrado tutto stato inevitabile
Consprezzodelpericolo
799 battute

 
lui, fenomenologicamente,
massimizzazione dell'orribile.
lui pure, simbologicamente,
il sovvertimento del possibile.
Sclerotizza le vene a prima vista,
destabilizza anche l'estetizzante:
egli taumaturgia della svista,
egli follia giusnaturalizzante.
Teleradiofonismi sincopati
e alcolismi superdenaturati
si simbiotizzano coi suoi acri arieti
che desemplicizzano i suoi irti divieti.
Malgrado tutto stato fatale
al nostro essere accentratori
se adorarlo stato normale
costiparlo rese profanatori
Noi purtroppo siamo nuove arpie
viziosi golem di fango e merda
usiamo anime dannate e pie
prima che il suo vento ci disperda
Infine rileggiamo noi stupiti
increduli ma anche divertiti
a voi vorremmo chiedere amnistia
inevitabile per cortesia.

Al Guglielmo Marconi del colonialismo veneto